sabato 31 agosto 2019

Sabato massacrante

Oggi è iniziata presto, con due cesarei urgenti trasferiti da altri ospedali del Tharaka; un terzo cesareo è arrivato in pomeriggio...pian piano anche la maternità sta crescendo, ed aumentano non solo i cesarei ma anche i parti naturali. Meno male, perchè al mio arrivo era proprio vuota!

Oggi poi è stata una giornata con grande impegno chirurgico: abbiamo operato molto, fino alle 19, per poter far fronte al numero di pazienti in lista di attesa operatoria.
Siamo già in overbooking e sovente non riusciamo a operare i degenti con la celerità che vorremmo.
C'è già chi si lamenta che deve aspettare troppo prima dell'intervento.
Ancora l'ortopedia fa la parte del leone e costituisce il 90% del nostro impegno chirurgico.
Questa sera sono molto stanco e quasi non riesco a parlare.
Ho una mamma in travaglio che mi desta qualche preoccupazione, ma che spero non mi svegli nel cuore della notte.

venerdì 30 agosto 2019

Un caso veramente difficile

Oggi siamo entrati in sala con Patrick alle 10 del mattino e ne siamo usciti alle alle 15.
Eravamo esausti, fradici di sudore, tremendamente assetati ed affamati...ma anche contenti.
E' stato un caso di polifrattura, di non facile esecuzione.
Patrick è rimasto con noi in ospedale per una settimana e non abbiamo potuto operarlo prima a causa di uno stato stuporoso con perdita di coordinamento spazio temporale. Era confuso ed un po' violento.
Abbiamo fatto la TAC il giorno in cui è stato ricoverato, ed abbiamo con sollievo rilevato che non c'erano fratture craniche o ematomi cerebrali... probabilmente si trattava di commozione cerebrale.
Con terapia medica è pian piano migliorato, ed oggi abbiamo deciso che era tempo di operarlo. 
Si è trattato di un solo paziente con ben 4 fratture difficili da sistemare: praticamente quattro interventi in un paziente solo.
Vi lascio solo immaginare i problemi anestesiologici, visto che abbiamo iniziato in spinale e poi abbiamo dovuto passare ad una generale.
Patrick è stato anche anemico, ma fortunatamente abbiamo potuto trasfonderlo ripetutamente. Anche in sala avevamo sangue.

giovedì 29 agosto 2019

Lezioni del giovedì

Oggi ho iniziato nuovamente il mio impegno formativo a favore del personale.

Per pura coincidenza l'ospedale di Matiri organizza seminari il giovedi' mattina, come ho fatto per molti anni in precedenza.

La lezione e' organizzata per le 7,30 del mattino e dura circa un'ora.

Abbiamo un buon proiettore e possiamo usare power point.

Oggi abbiamo parlato di carcinoma dell'esofago.
Il personale e' stato molto felice ed estremamente attento.

Sono stato incoraggiato dall'accoglienza ricevuta, e questo mi motiva a fare molto di piu' anche in tale campo.

Fr Beppe


mercoledì 28 agosto 2019

La Messa con i malati

Ogni mercoledì mattina alle 7.30 si celebra la Messa in ospedale con i malati e con lo staff  dell'ospedale.
E' un bel momento di preghiera e di comunità in cui i degenti si siedono a fianco di chi li cura.
Questa Messa un po' rimedia ad una carenza che ancora non si è riusciti a colmare, e cioè il fatto che in ospedale non abbiamo l'Eucaristia alla domenica, in quanto i due sacerdoti che risiedono con me, sono impegnati nelle varie Messe della parrocchia di Matiri.
L'ospedale ancora non ha una vera e propria cappella per la preghiera personale, ma si spera che presto si potrà rimediare anche a questo.

Fr Beppe

Presenti su Telegram

Cari lettori, a partire da oggi, saremo presenti anche con un canale dedicato su TELEGRAM. Oltre a ricevere contenuti, immagini e link dal kenya, verranno pubblicati (con moderata frequenza) anche "messaggi" estemporanei...


Chiunque fosse interessato, può seguirci cercando con la lente di ingradimento lo user "beppegaido", oppure cliccando sul link d'invito   https://t.me/beppegaido

Ringrazio coloro che stanno sostenendo Fr. Beppe, in questo difficile momento.


Nadia Monari


martedì 27 agosto 2019

L'unità neonatale

Pure a Matiri esiste una unità neonatale abbastanza bella, anche se ancora ci manca la possibilità di fare fototerapia con raggi ultravioletti.
Al momento due delle tre incubatrici sono piene: si tratta di due gemellini pretermine del peso di poco superiore al chilogrammo.
Sono piccoli ma battaglieri e hanno voglia di vivere.
La mamma è ricoverata in pediatria e si prende cura di loro, sotto l'occhio vigile del personale e dei medici del reparto.
Si nutrono bene e pian piano stanno prendendo peso.
Credo che ce la dovrebbero fare.

Fr Beppe


lunedì 26 agosto 2019

Attivi ed entusiasti

Il nuovo gruppo di volontari ha oggi iniziato l'attività a pieno regime.
Ci siamo divisi i compiti, con alcuni volontari dediti completamente al reparto ed altri invece primariamente impegnati in sala operatoria.
Non sono mancati i pazienti esterni, soprattutto per il Dr Prosperi (casi ortopedici) e per il Dr Enzo (casi cardiologici).
Il Dr Prosperi ha inoltre visitato tutti i pazienti ricoverati e già operati per problematiche oncologiche, nonchè tutti quelli in attesa di intervento.
Ha inoltre eseguito un intervento per vecchia frattura di patella, mai operata in precedenza.
L'ospedale è ora sempre più affollato ed abbiamo dovuto ricavare una nuova stanza di degenza dove prima si trovava l'ufficio della matron, che ha dovuto emigrare.
Sono anche iniziati i lavori di ristrutturazione per trasformare un vecchio magazzino nel reparto chirurgico, che fino ad oggi non esiste.
Al mio arrivo ho operato una prima suddivisione del reparto di degenza per adulti, riservando le camere a sinistra del corridoio agli uomini e quelle a destra del corridoio alle donne.

domenica 25 agosto 2019

Volontari

Da alcuni giorni a Matiri ci sono molti volontari.
Il Dr Luigi Prosperi è arrivato con un bel gruppo di giovani medici e studenti di Medicina (Francesco, Gianmarco, Margherita e Stefano), mentre da Napoli sono arrivati anche anche altri due giovani medici, Enzo e Donatella, della Associazione Avis for Kenyan Children.
Il Dr Prosperi è ortopedico, Enzo è cardiologo, Donatella aiuta in sala. Gli altri volontari ci sostengono in reparto.
Ringrazio di cuore coloro che vengono ad aiutarci in questa fase di rilancio dell'ospedale.
Enzo e Donatella non ci sono nelle foto perchè arrivati un giorno più tardi, ma rimedierò presto.

Fr Beppe

sabato 24 agosto 2019

Nuovo articolo

Ringrazio di cuore il Dr Diana e la Dottoressa Murtas per avermi voluto coautore dell'articolo pubblicato su una prestigiosa rivista medica ed oncologica.
Sono onorato ed anche incoraggiato a continuare nel mio piccolo qualche piccolo impegno di carattere accademico e scientifico.
Il lavoro è iniziato molto tempo fa ed ora giunge alla pubblicazione.
Grazie di cuore soprattutto al Dr Diana che è stato molto paziente con me nei frequenti rapporti epistolari via mail.

Fr Beppe


venerdì 23 agosto 2019

La bilancia neonatale per la sala

Ringraziamo di cuore Franco e tutti gli amici della Associazione AMICI DI MUJWA che oggi hanno donato all'ospedale di Matiri una bellissima bilancia digitale per neonati.
Questa bilancia sarà ubicata in sala operatoria e ci servirà per conoscere il peso corporeo del neonato dopo il cesareo, anche prima di trasferirlo in maternità. 
E' un dono bellissimo e prezioso di cui ringraziamo Franco e tutti gli amici di quella Associazione.
Non posso non citare poi il generoso contributo economico che gli AMICI DI MUJWA ci hanno inviato per l'acquisto di materiale ortopedico e per il pagamento delle spese ospedaliere dei pazienti più diseredati.
Che Dio aiuti e ricompensi i nostri benefattori!
In cambio offro il mio impegno lavorativo a favore dei bisognosi e la totale dedizione ai malati. Offro il mio impegno e la mia dedizione, ed insieme anche la mia onestà nell'usare i fondi per il fine per cui sono stati inviati.

Fr Beppe
 

giovedì 22 agosto 2019

Le peregrinazioni dei pazienti

Il caso che presento oggi è ancora una volta emblematico dei giri che molti devono fare prima di ottenere la terapia di cui hanno bisogno.
Questo giovane ventunenne ha avuto un incidente stradale i primi del luglio scorso, ed ha riportato una frattura di femore.
Ha fatto quasi trenta chilometri in un mezzo pubblico per raggiungere l'ospedale dove la prima operazione è stata eseguita. In quella struttura hanno scelto la placca., a cui è seguito un periodo di quattro settimane in doccia gessata.
Quando ha iniziato a camminare, la placca non ha tenuto, anche a causa del peso corporeo, e si è rotta.
Il paziente è quindi ritornato all'ospedale del primo intervento, ma non ha trovato la possibilità di essere aiutato.
E' stato invece inviato ad una struttura pubblica a circa 30 chilometri di distanza.
Qui il paziente è stato ricoverato ed abbandonato in un letto, in attesa che i familiari trovassero i soldi necessari a comprare il costoso chiodo endomidollare.
Dopo quasi tre settimane di ricovero in cui nulla è stato fatto, il giovane ha chiesto la dimissione ed è arrivato a Matiri nella giorata di ieri...facendo circa 65 chilometri.

Sala operatoria ad oltranza

Oggi giornata pesantissima, dalle 8 di stamane alle 19 di questa sera.

Potremmo fare anche di più se avessimo più strumenti e più personale.
Tra un intervento e l'altro si deve lavare e sterilizzare.
Inoltre mancano le barelle ed a volte bisogna aspettare perchè l'unica barella che abbiamo per riportare il paziente in reparto è occupata da da un altro malato.
L'unica lavatrice non ce la fa a stare dietro e a volte manca la biancheria.
Anche stasera è mancata la luce quando ancora eravamo in sala. Il generatore non è automatico e ci sono voluti minuti prima che qualcuno lo attivasse. Ormai non ci scomponiamo più ed usiamo la lampada frontale.
Problemi tecnici che scopriamo giorno dopo giorno e che pian piano cercheremo di risolvere, dando priorità a quello che è più urgente.
Nonostante questo abbiamo finito una lista importante, con quattro interventi maggiori e tre toelette chirurgiche meno impegnative.
Gli occhi mi si chiudono e sono davvero stanco.
Matiri può certamente fare di più; può certamente crescere, ma già ora si sta riempiendo e sta dando risposte significative a molta gente nei loro problemi di salute.

Fr Beppe


martedì 20 agosto 2019

Lavorando per rendere l'ospedale accessibile a tutti

Tra ieri e oggi, oltre alle ore spese in sala operatoria ed in reparto, sono stato impegnato a lungo in consultazioni con i responsabili dell'amministrazione.
Questo ospedale ha grossi problemi economici (derivanti soprattutto dal passato) e quindi si era pensato di aumentare i prezzi per risolvere il buco di bilancio.
La scelta è in sè comprensibile ma le conseguenze non sono state quelle desiderate, e l'ospedale in qualche modo si è trovato sull'orlo del baratro.
Presentando le mie umili argomentazioni, ho oggi ottenuto una riduzione dei prezzi molto significativa nell'ambito di chirurgico.
I prezzi degli interventi erano alti soprattutto per il fatto che per il passato si doveva sempre pagare (saporitamente!) un chirurgo esterno che venisse ad operare. Non c'era infatti un chirurgo residente.
Inoltre a lui si doveva dare una percentuale per i suoi strumenti chirurgici, dato che in sala non trovava nulla che gli permettesse di operare.
Nel caso dell'ortopedia si doveva poi pagargli i chiodi, le placche e le viti...e sappiamo quanto siano costosi!!!
Il costo della chirurgia a Matiri era quindi alto, ma onestamente non molto rimaneva all'ospedale dopo aver pagato specialista, strumentario e materiale ortopedico.

lunedì 19 agosto 2019

Avis for Kenya

Di cuore ringraziamo gli amici dell'Associazione Avis for Kenya che ancora una volta ci hanno fatto pervenire una grossa donazione.
Da una parte abbiamo ricevuto preziosissime garze sterili e teli addominali, insieme ad un buon quantitativo di farmaci.
Dall'altra ci sono state donate placche e viti per la fissazione interna di vari tipi di fratture. 
Avis for Kenya già in precedenza ci aveva regalato materiale ortopedico di altissima qualità.
Inoltre abbiamo ricevuto un set completo di lenti per la misurazione della vista e per la prescrizione di occhiali. Questo strumento era presente a Matiri, ma del tutto incompleto.
Siamo perciò ancora una volta molto riconoscenti al Dr Leonardo de Rosa ed a tutti i membri dell'Associazione per il sostegno e per le continue prove di amicizia che ci danno.
A giorni aspetto anche due medici della stessa organizzazione, i quali vivranno la loro esperienza di volontariato qui a Matiri.

Fr Beppe

domenica 18 agosto 2019

Domenica impegnativa

Anche oggi e' stata una giornata spesa in ospedale, con un numero di pazienti che continua ad aumentare e con un impegno costante nel servizio.

Uno dei settori in cui l'ospedale deve crescere molto e' certo la maternita', dove non abbiamo molte pazienti. La ragione non la conosco appieno. 
Forse ci sono problemi legati al passato, e certo dobbiamo fare in modo che I prezzi dell'ospedale siano piu' bassi ed accessibili a tutti. 
Ma stiamo lavorando su entrambi I fronti: quello della fiducia dei pazienti nei nostri confronti, e quello della riduzione dei prezzi.
Devo pero' segnalare che a luglio ci sono stati sette cesarei in tutto, mentre nella sola settimana appena conclusa ne abbiamo avuti sei.
Certo non sono numeri elevati, ma stiamo crescendo.
Anche il numero di parti naturali aumenta e la maternita' si sta popolando anche a Matiri.

Fr Beppe

sabato 17 agosto 2019

Un sabato con tante domande nel cuore

Oggi è stata una giornata campale, sia in ospedale che soprattutto in sala operatoria.

Uno di quei sabati che ti fanno sentire davvero un medico missionario!
In sala a partire dalle 8 di mattina e fino alla sera alle 18, con circa 5 minuti per trangugiare un po' di pranzo...e lo fai non per i soldi (perchè non sei pagato) ma per aiutare la gente, ed i poveri soprattutto.
Anche oggi l'ortopedia l'ha fatta da padrona, ma pian piano stanno facendo capolino anche altre specialità chirurgiche: oggi, oltre a una amputazione di arto inferiore ed una dislocazione di ginocchio, abbiamo infatti operato anche una miomectomia ed una conizzazione di cervice uterina.
La storia del ragazzo di 15 anni che ho amputato oggi al di sopra del ginocchio, è davvero triste: ricoverato in un ospedale governativo con frattura di femore e poi abbandonato in un letto per 8 giorni, in attesa che la sua famiglia trovasse i soldi per acquistare il chiodo endomidollare che avrebbe risolto il suo problema.
Poi la situazione è precipitata.

venerdì 16 agosto 2019

Piccoli passi per migliorare

Tra ieri e oggi abbiamo segnato altre piccole tappe importanti per l'ospedale. Piccole cose, ma certamente passi avanti.
Abbiamo infatti eseguito con successo la prima prostatectomia a Matiri...senza l'aiuto del Dr Nyaga. Ho operato da solo in piena tranquillità.
Il problema più grande rimane la relativa scarsità e povertà della strumentazione chirurgica, ma ce l'abbiamo fatta.
Il paziente è in prima giornata post-operatoria e sta procedendo bene.
Con qualche paura ed ansia abbiamo anche eseguito la nostra prima endoprotesi di anca (hemi-arthroplasty) in totale indipendenza, e senza la presenza del Dr Nyaga. 
Pure questo intervento è andato estremamente bene, e ciò mi incoraggia molto a continuare.
Oggi è stata la volta della prima tiroidectomia a Matiri in totale indipendenza. 
Non nascondo qualche difficoltà, in parte legata nuovamente alla strumentazione ed in parte invece alla scarsa dimestichezza del personale di sala, che non sapeva come aiutarmi. Ci siamo comunque riusciti: la paziente è sveglia e parla.
Altro grande successo è stata una isterectomia totale, con utero spaventoso, grande quanto una gravidanza all'ottavo mese...qualche ansietà l'abbiamo avuta, soprattutto a causa del volume enorme dell'organo e della totale mancanza di sangue in emoteca. anche questo intervento à comunque andato bene.

giovedì 15 agosto 2019

Giornata gratificante

Niente da dire! Oggi e' stata proprio una bella giornata in odontoiatria.


La gente ha risposto alla nostra offerta di screening e terapie odonto gratuite.

Sono state eseguite piu' di cento visite gratuite. 

Abbiamo fatto circa quaranta estrazioni ed un buon numero di cure conservative.

Ringraziamo ancora il Dr Moiraghi, il Dr Tiziano Tealdo e la Dottoressa Drago.

Oggi abbiamo aiutato molta gente ed abbiamo lanciato il messaggio che il nostro servizio e' ancora vivo.
Mi auguro che anche questo settore cresca...soprattutto per aiutare la gente che ha bisogno.

Fr Beppe


mercoledì 14 agosto 2019

Visite e terapie odontoiatriche gratuite

Oggi e domani a Matiri si tiene una due-giorni odontoiatrica gratuita.

Ringrazio di cuore il Dr Andrea Moiraghi, il Dr Tiziano, e la dottoressa Margherita Drago che hanno reso possibile questo esercizio, che aiuta tanta povera gente e che serve per rilanciare il nostro servizio dentistico.
Essi hanno portato strumentario e farmaci che hanno donato all'ospedale.
La gente, i pazienti ricoverati e lo staff hanno risposto con entusiasmo, ed i clienti per il dentista erano davvero tanti.
Spero che anche questo settore possa ripartire.

Fr Beppe


martedì 13 agosto 2019

Infrastruttura deprimente

Oggi la lista operatoria era assolutamente importante, con tre brutte fratture ed una difficile isterectomia.
Siamo riusciti a lavorare con buon passo ed alle 14 avevamo terminato la seconda frattura.
Come sempre, abbiamo deciso di continuare e di non fare una pausa pranzo, per evitare di obbligare lo staff a ore di straordinario.
Appena la spinale è stata fatta per il terzo paziente, è successo però quello che temo praticamente ogni giorno: il disastro annunciato, quello che nasce dalla carenza di programmazione e di prevenzione nel campo della manutenzione.
L'unica luce scialitica funzionante si è definitivamente spenta...per la seconda volta in una settimana.
Il tecnico non c'era, perchè andato a Meru per acquisti.
Nessuno sapeva metterci le mani.
Non c'è stata altra scelta che continuare il lavoro con la mia luce frontale.
Rispetto alla sala operatoria di Chaaria, qui siamo indietro anni luce. E meno male che questa luce frontale donata da Sign è davvero potente!
Sono un po' scoraggiato perchè poi abbiamo dovuto rimandare anche l'isterectomia. Non mi fiderei a farla senza una buona illuminazione.
Chissà se domani ripareremo le luci e chissà se arriveremo presto ad una soluzione un po' più definitiva di tutti i problemi della sala operatoria, in modo da non lavorare sempre con la paura che poi capiti qualcosa che non ti lascia finire la seduta operatoria.
E speriamo che non ci sia un cesareo questa notte...altrimenti ripeteremo l'esperienza della lampada frontale.

lunedì 12 agosto 2019

Siccità e fame

In Tharaka dove ci troviamo non piove da 3 anni. La siccita' e' tremenda e sta avendo conseguenze devastanti sia sulla popolazione che sugli animali. 
Le mandrie di mucche sono gia' tutte migrate verso Meru, Embu o altre aree con piu' acqua e vegetazione. Ora neppure le capre possono sopravvivere qui a Matiri perche' non c'e' piu' un filo d'erba...e cosi' anche i pastori di capre si mettono in cammino verso zone piu' verdeggianti.
Ormai molta gente ha gia' fame ed e' intenzione dell'ospedale di chiedere aiuti alimentari per la popolazione alla croce rossa.
Ci sono pazienti in ospedale che hanno chiesto il ricovero per poter avere tre pasti al giorno.
Da due giorni per esempio visito una donna in buone condizioni generali e mi chiedo perche' rifiuti la dimissione.
Poi ho visto con miei occhi. All'ora dei pasti viene una bambina sui 10 anni di eta'. La donna rimuove meta' del cibo dal suo piatto, la mette in un contenitore portato da casa dalla bambina e poi la saluta.

domenica 11 agosto 2019

Battesimo di fuoco

Oggi domenica molto particolare.
Notte difficile come spesso a Matiri.
Stamane Messa alle 7 in parrocchia e poi subito in sala.
Il Dr Nyaga e' arrivato puntuale con la sua macchina ed abbiamo iniziato a lavorare.
Era una tiroide spaventosa e non sapevamo onestamente se ce l'avremmo fatta a rimuoverla.
L'intervento e' stato difficile da molti punti di vista.
La macchina per anestesia ci ha traditi ed il povero anestesista David si e' trovato a gestire una anestesia generale con il solo aiuto dell'ambu.
La chirurgia poi e' stata complessa e davvero difficoltosa.
Tiroide enorme, molto aderente ai piani profondi e facilmente sanguinante.
Avevamo programmato di metterci un'ora ed invece l'intervento e' durato tre ore, con ansie davvero molto intense sia da parte nostra che da parte dell'anestesista. Ma la competenza del Dr Nyaga non si discute.

sabato 10 agosto 2019

Abbiamo superato noi stessi

La giornata operatoria di ieri è iniziata alle sette di mattina ed è terminata quasi alle 19.

E' stato un lavoro incalzante e non-stop...intervallato con visite in reparto ed in ambulatorio da parte mia.
Ci siamo divisi in modo tale da avere sempre uno staff disponibile per sterilizzazione e pulizia, ed un altro staff pronto ad andare a prendere il prossimo paziente in reparto, al fine di evitare ritardi.
Avevamo cibo pronto in sala, in modo che ognuno potesse fare pranzo in un momento buco per lui, ma senza interferire con la lista operatoria.
In tutto siamo riusciti a eseguire cinque interventi di Sign (fratture di femori e tibie), una amputazione traumatica di due dita, ed infine la sutura di una grossa ferita del cuoio capelluto.
Considerando che per ogni intervento di frattura, poi portavamo anche il paziente in radiologia per il controllo, dobbiamo dire che è stata una vera e propria catena di montaggio.


venerdì 9 agosto 2019

Notte e giorno

Anche qui a Matiri ormai si sta profilando una situazioni in cui la mia presenza in ospedale e' richiesta praticamente per 24 ore al giorno.
Di notte mi chiamano tantissimo, a volte anche per problematiche abbastanza minori...mi rendo conto che qui abbiamo staff molto giovane e poco esperto... si spaventano per tutto e chiamano anche quando le cose sarebbero pienamente risolvibili senza il mio intervento.
Per adesso non mi lamento perche' desidero prima di tutto farmi accettare come una persona umile e sempre disponibile.
Magari poi dovro' anche dare un taglio a queste chiamate notturne senza molto senso, perche' poi mi tagliano le gambe il giorno seguente.
Ieri notte per esempio sono stato chiamato per un catetere che gli infermieri non riuscivano a mettere (ed io ho inserito in pochi minuti), e dopo poche ore per una minaccia di aborto. 

giovedì 8 agosto 2019

I primi pazienti

Oggi la sala odontoiatrica e' completamente attiva e sono arrivati i primi pazienti.
Abbiamo fatto alcune cure canalari e varie estrazioni.
Non sembra neanche vero!
Dopo lo sfacelo che avevo visto al mio arrivo, oggi la sala odonto sembra bella, pulita e funzionale.
Da lunedi' inizieremo lo screening gratuito per la popolazione.
Questo del servizio odonto e' un dato positivo ed un punto di rinascita per l'ospedale.
Per non sentirci troppo euforici comunque, comunico che oggi in sala abbiamo dovuto far saltare l'ultimo intervento perche' l'unica luce scialitica ancora in uso si e' rotta.
Il nostro manutentore e' poi riuscito a ripararla con pezzi di ricambio vecchi e prelevati dalle altre scialitiche rotte.
Domattina iniziamo a operare alle 7, ma chissa' quale sara' il prossimo problema tecnico di questa sala che sta su con lo sputo.
Ma pian piano miglioreremo anche li'.

Fr Beppe

mercoledì 7 agosto 2019

Problemi su problemi

Oggi, nel bel mezzo della seduta operatoria, ci e' stato comunicato che l'unica sterilizzatrice non funzionava e che gli strumenti per il prossimo intervento ortopedico non sarebbero stati disponibili.
Sono seguiti momenti di grande sconforto: cosa diciamo a questo poveretto con una brutta frattura bimalleolare?
Come possiamo andare avanti con una sola sterilizzatrice vecchia e pluririparata?
Oggi pero' era presente a Matiri Antony, che ha completamente sistemato la sala odonto.
Antony ed i nostri tecnici sono riusciti a riparare l'autoclave che ora funziona nuovamente...non sappiamo per quanto!
Non abbiamo perso tempo perche', nel momento morto, abbiamo avuto un cesareo e due piccoli interventi ambulatoriali.
Poi abbiamo ripreso con impegno ed abbiamo finito la lista per le 19.30.
Certo e' che avere una sola autoclave, per lo piu' non nuova, costituisce una continua spada di Damocle sulla nostra testa. Chissa' fino a quando questa autoclave funzionera'?

martedì 6 agosto 2019

Sala denti

Sono in piena attuazione i lavori di ristrutturazione della sala odontoiatrica.

Ringrazio di cuore Antony che si e' reso disponibile e sta lavorando benissimo ed in maniera continuativa.
La sedia, l'impianto dell'acqua, l'aspiratore, il compressore e la luce sono gia' a posto, mentre domani dovremmo sistemare i trapani.
La mia speranza e' che dopodomani possiamo riaprire il servizio odontoiatrico.
Sono molto impressionato dalla celerita' e dalla competenza di Antony che in pochi giorni ha risollevato le sorti di quel settore chiuso da mesi.
Inizieremo con screening gratuiti alla popolazione per invogliare la gente a venire di nuovo.
Anche questo e' un altro piccolo tassello di rinnovamento e di rinascita per Matiri.
Un passo alla volta credo che stiamo risalendo.

Fr Beppe


lunedì 5 agosto 2019

I miei primi volontari

Oggi ho ricevuto i miei primi volontari a Matiri. 
Non sono italiani!!!
Sono entrambe di Chaaria!!!
Marcella, che lavora in sala a Chaaria ed oggi era off, e' venuta ad insegnare un po' delle nostre tecniche chirurgiche ed ortopediche al nostro personale di sala.
Sono stati tutti felicissimi dei suoi preziosi consigli.
Fridah, clinical officer a Chaaria per anni ed ora studente di ortopedia, ha scelto Matiri per il suo ultimo mese di tirocinio.
Oggi abbiamo lavorato in sala fino alle 23...ma siamo stati cosi' felici di poter nuovamente lavorare insieme.
Oggi e' stata una giornata massacrante ma anche cosi' bella...e mi sono sentito meno solo.

Fr Beppe

domenica 4 agosto 2019

Festa di paese a Matiri

Oggi i volontari di Rita Drago dell'orfanotrofio hanno organizzato una festa in cui hanno celebrato il rinnovo delle promesse nuziali per una giovane coppia di volontari sposati in Italia un mese orsono.
Le promesse nuziali sono state rinnovate durante la Messa in Parrocchia, mentre la festa si e' tenuta nella Joana Canteen, nel cuore del villaggio di Matiri.
Per la festa e' stata macellata una mucca. Tutti gli abitanti di Matiri sono stati invitati ed hanno mangiato un pasto per loro assolutamente fuori della norma.
Ci sono poi stati doni semplici per i novelli sposi da parte della popolazione, ed infine danze locali che hanno trascinato l'entusiasmo degli italiani...una vera festa che ha dato gioia a tutti.
Da parte mia ho partecipato solo al pasto perche' poi l'ospedale e' stato abbastanza impegnativo. 

sabato 3 agosto 2019

Associazione AVI di Montebelluna

Ringraziamo di cuore il presidente Francesco Tartini, i volontari Sandro Mazzoccato e Agnese Bonora.
Ringraziamo tutti i membri della associazione e tutti i volontari. 
Da varie domeniche stanno realizzando raccolte fondi per Matiri nello scenario naturale delle Dolomiti.
Fa buoni Alpini essi vendono vino e ricavano soldi per aiutare la povera gente del Tharaka.
Di cuore li ringraziamo e ci senrismo onorati di tanto impegno per noi.
Da parte nostra la promessa di trasparenza e di totale impegno per i piu' poveri.
Grazie di cuore alla associazione AVI per il continuo aiuto dato a Matiri nel corso degli anni.
Fr Beppe

Giornata campale

Ci abbiamo davvero provato oggi! 6 interventi per noi sono davvero tanti, pensando che in sala ci sono solo due infermieri ed un personale per la sterilizzazione. Oggi sono rimasti fino a tardi. Sono riuscito a motivarli ed ora vogliono fare il massimo, pur con i limiti della struttura e della strumentazione.
Lavorano volentieri e vogliono imparare.
Da lunedi' forse avremo un aumento del personale che ci permettera' di fare di piu'.
Ho pensato di dividere lo staff su due turni, in modo da poter operare dal mattino alle 8 alla sera alle 20...io dovrei farcela!!!!
Inoltre dovremmo avere un personale dedicato alla sterilizzazione sia di giorno che di notte...quindi dovremmo avere strumenti sterili. 
Speriamo di far partire bene la sala che e' ora il traino della rinascita di Matiri.
I pazienti arrivano ed anche qui ormai ho gente che aspetta dei giorni in reparto prima di poter essere operata. 

POST IN EVIDENZA

Salutare Pietro

...è sempre molto difficile! Una lascrimuccia mi sale agli occhi quando Pietro sale in macchina per andare all'aeroporto di Nairobi, ...