mercoledì 2 ottobre 2019

Il sorriso del paziente è la mia gioia

E' venuto a farsi visitare dopo sei mesi dall'intervento.
E' stato un paziente molto fedele per i protocolli di Sign, che richiedono molte visite di follow up.
Lo avevo operato a Chaaria a maggio di quest'anno, ma lui mi ha scovato a Matiri.
Ha detto che sono sempre io il suo medico.
Non ha dolore. Usa il braccio senza difficoltà. Ha riconquistato la sua autonomia.
Mentre mi dimostrava la buona funzionalità dell'arto superiore, mi ha regalato un sorriso che per me è molto più importante di qualunque stipendio.
Un paziente che è contento di me e che guarisce, è certamente una gioia inspiegabile, ed onestamente non cerco altro.

Fr Beppe

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento.

POST IN EVIDENZA

Intervista in televisione

Oggi una televisione locale di Meru ha condotto una intervista a Padre Emilio, Sr Ireen ed al sottoscritto sui servizi che vengono offerti ...