mercoledì 25 settembre 2019

Il mio primo paziente Sign a Matiri

Ricordo che era stato un caso difficile. Femore e tibia fratturate nella stessa gamba. Ero a Matiri da una settimana e lo staff non conosceva il set di Sign.
Ricordo che era stato difficile e che avevo dovuto fare un cesareo urgente nell'altra sala a metà intervento, mentre l'infermiere mi chiudeva la cute dopo aver completato la fissazione del femore e prima di iniziare il lavoro per la tibia.
Il paziente aveva sanguinato molto, ma non avevamo sangue in ospedale.
I giorni seguenti erano stati un incubo ed avevo addirittura temuto un'embolia polmonare.
Ma poi tutto era andato bene.
Oggi è venuto per il controllo. Le ferite sono guarite. Il ragazzo cammina senza difficoltà e può piegare il ginocchio e rannicchiarsi.
Una bella soddisfazione per me ed un grande dono per lui che non avrebbe avuto i soldi per farsi operare altrove.

Fr Beppe


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento.

POST IN EVIDENZA

Intervista in televisione

Oggi una televisione locale di Meru ha condotto una intervista a Padre Emilio, Sr Ireen ed al sottoscritto sui servizi che vengono offerti ...